Storia

pandoro.it



Cenni Storici

Il Pandoro Le origini del pandoro non sono certe, ma sicuramente antiche, uno dei dati più sicuri è il luogo di provenienza, ovvero Verona e dintorni, dove il dolce faceva già parte delle leccornie tipiche delle festività natalizie da tempo. La nascita del moderno pandoro viene attribuita principalmente a tre dolci, il “nadalin”, dolce tipico del veronese, il “Pan di Vienna” di origine austriaca, ed il “Pan de Oro” dolce della Venezia Rinascimentale.

Il “nadalin” era un dolce tipico della zona di Verona che veniva realizzato durante le feste natalizie, si pensa che il pandoro abbia preso dal “nadalin” la tipica forma a stella.

Il “Pan di Vienna” è un dolce molto simile al pandoro, che ha avuto origine dalla rielaborazione dello stesso pan brioche, particolarmente apprezzato alla corte austriaca. Si narra che i pasticceri veronesi abbiano appreso quella particolare ricetta durante la dominazione austriaca.

Il “Pan de oro” viene associato al pandoro per il nome, era un dolce tipico della Venezia Rinascimentale, dove le famiglie benestanti ostentavano la loro ricchezza concludendo i pasti con questo dolce, che si narra venisse servito ricoperto da sottili lamine di oro.

Il nome pandoro gli è stato forse semplicemente dato grazie al particolare colore della pasta interna, che essendo ricca di uova, assume un colore giallo intenso.

Quindi il pandoro è molto probabilmente l’insieme di un dolce tradizionale come il “nadalin” ed il “Pan di Vienna”, che si sono fusi grazie a qualche pasticcere di Verona, che forse all’inizio dell’800 aveva provato a rinnovare la ricetta del “nadalin” stesso, mantenendo la forma a stella per consentire una facile associazione di idee al dolce tradizionale.